Alfa Shiro (this is not an Omegaverse, you have been warned)

Questa storia partecipa al cowt 8, quinta settimana, prompt: Werewolves!AU (FIGHT RUBY)

I negoziati erano andati bene, il capo branco degli Arusian aveva accettato una comune alleanza contro l’aggressivo branco Galra che negli ultimi tempi si stava espandendo. Si stavano avvicinando ai loro territori e non intendeva rischiare di essere impreparato in caso di attacco. Lui era

Shiro era soddisfatto, lui e la sua compagna Allura si congedarono dalla tenda del capo tornando verso il falò dove avevano lasciato i loro compagni. Ovviamente stava andando tutto troppo liscio.

Una piccola folla era radunata attorno a due figure completamente trasformate che si stavano rotolando in terra ringhiando e guaendo.

“Keith! Lance!” chiamò con quello che sembrava quasi un latrato, la folla si aprì davanti a lui, ma i due lo ignorarono.

Shiro ringhiò a sua volta trasformandosi: i muscoli gli si gonfiarono pervasi dal peculiare formicolio che accompagnava il cambiamento, il muso gli si allungò mentre il pelo, nero come la notte cresceva alla velocità della luce. Unica macchia luminosa era il ciuffo candido come la neve appena caduta proprio sopra i suoi occhi. In quanto maschio dominante era più grande degli altri lupi e piombò nella rissa dividendoli a zampate. Bloccò Keith a terra e spinse via lance. Non lasciò andare il lupo nero finché non smise di dimenarsi.

I due sembrarono rendersi conto di essere nei guai perché si acquattarono con la coda fra le gambe.

Shiro li sgridò severamente riducendoli a due mucchietti uggiolanti.

Detestava sgridarli ma non potevano permettersi di mandare a monte i negoziati perché quelle due teste calde sentivano il bisogno di dimostrare qualcosa. Infine li relegó al primo e ultimo turno di guardia e voltò loro le spalle.

Si ritirò nella sua tenda e poco dopo allura lo raggiunse trasformata a sua volta. Si acciambellò vicino a lui iniziando a leccargli il pelo in segno di consolazione.

La vita del capo a volte faceva schifo.

Precedente Di quando Magnus trovò un gatto rientrando a tarda notte. Successivo I brutti giorni capitano a tutti